motore di ricerca
ultima modifica: corinaldo22/03/2014

 ENOGASTRONOMIA

VINI DEL TERRITORIO

 

    Vini tipici
  • Verdicchio dei castelli di Jesi
  • Rosso Piceno
  • Produzioni locali

 

 

 

I PRODOTTI TIPICI

La presenza da molti anni del mattatoio comunale ha contribuito a tener calda la tradizione di figure quali "i mazzarini"che anche oggi, nelle case di campagna, producono insaccati di altissima qualità.
Tra i prodotti caratteristici di questa terra è importante citare: 

  • prodotti tipiciInsaccati di Frattura
  • Le Crestaiate 
  • Tagliolini grano e fava
  • Le Pecorelle, dolce tipico Natalizio Corinaldese
  • Olio extravergine di oliva
  • La Porchetta
  • I Vincisgrassi

 

LE RICETTE

Vincisgrassi

Per quattro persone: due etti di pasta fresca a rettangoli; tre quarti di litro di besciamella; grigigli di un pollo;una salsiccia; due etti e mezzo di carne di vitello tagliata a piccolissimi pezzi; una bottiglia di salsa di pomodoro; un etto di burro;un etto e mezzo di parmigiano grattugiato; cipolla; sedano; carota; due cucchiai di olio; un decilitro di vino; lardo q. b.; sale e pepe q. b.
Per il sugo: soffriggere la cipolla;con il sedano e la carota tagliata a pezzettini in 25 grammi di burro e due cucchiai di olio, aggiungendo a piacere un po' di lardo e il trito sottile di tutte le carni, aggiungere il vino, sale e pepe q. b.; quando il tutto è ben asciugato aggiungere la passata di pomodoro e far bollire a fuoco moderato per circa 30 minuti. Nel frattempo lessare la pasta per pochi minuti (mantenerla al dente), scolare, porre in acqua fredda e stendere su di un canovaccio. Quando il sugo e la besciamella saranno pronti, comporre a strati sugo, parmigiano, pasta e besciamella fino ad esaurimento degli ingredienti, cercando di finire con la besciamella ed il parmigiano. Infornare a 200° per circa 30 minuti.

 

Passatelli

Per quattro persone: quattro uova intere; due etti di pane grattugiato;due etti di parmigiano grattugiato, mezzo limone grattugiato, odore di noce moscata, un pizzico di cannella. Mescolate il pane con il formaggio, il limone, la cannella e la noce moscata. Fare la fontanella (il buco) al centro del composto, romperci le uova e mescolare il tutto fino ad ottenere un impasto non troppo solido. Si procede a dare la forma di cilindretto con l'apposito “ferro” (in sostituzione si possono usare o un passapatate o un tritacarne con buchi grandi). Versarli man mano in una pentola contenente già del brodo bollente. E' consigliato un brodo fatto con il cappone.
 
Crescia con i grasselli

Per quattro persone: mezzo chilo di farina salata e pepata; due etti di grascelli. Scaldare i grascelli con il latte q. b. e, se troppo secchi, aggiungere circa mezzo etto di strutto. Impastare tutto insieme, la pasta deve rimanere morbida, ricavare dall'impasto le “cresce “(pizze rotonde) alte circa 2cm e cuocerle nella graticola a fuoco lento.
 
Coniglio in potacchio

Per quattro persone: un coniglio di circa 1.400kg; un bicchiere di olio; un rametto di rosmarino; quattro spicchi d'aglio vestito; 4/5 foglie di salvia; un bicchiere di vino; mezzo bicchiere d'aceto; acqua q. b.; sale e pepe q. b.
Spezzare il coniglio in piccoli pezzi e soffriggerli con l'olio finchè non risulteranno ben rosolati; aggiungere la salvia, il rosmarino, l'aglio e far insaporire con il vino e l'aceto. Cuocere per circa 1 ora a fuoco medio.

Oca Arrosto

 Per quattro persone: un'oca di un chilo e mezzo; olio q. b.; un rametto di rosmarino; 4/5 foglie di salvia; mezzo etto di pancetta o lardo; 4/5 spicchi di aglio in camicia; patate (in quantità); un goccio di vino bianco; sale e pepe q. b.
Pulire l'oca, togliere le interiora, fiammeggiare, salare e pepare dentro e fuori. All'interno dell'oca mettere la salvia, il rosmarino e l'aglio. Contornare di patate tagliate a pezzi grossi, salare e pepare anch'esse, aggiungere olio, vino e infornare per circa un'ora e mezza a  200°C.

Verdure in graticola

Per 5 pomodori e 5 melanzane interi; 3 etti di pane grattugiato;un bel pizzico di prezzemolo fresco; uno spicchio di aglio; olio, sale e pepe q. b.
Tagliare le melanzane a metà, incidere la polpa con piccoli tagli, spalmare un po' di sale, il tutto per togliere un gusto amaro; tagliare i pomodori a metà, togliere i semi e capovolgere per farli scolare dall'eccesso di acqua. Nel frattempo preparare il pane grattugiato con il trito di prezzemolo e lo spicchio d'aglio tritato finissimo, aggiungere olio q. b. e mescolare il tutto. Spremere le melanzane, assicurarsi che i pomodori non facciano più acqua, mettere il composto sopra le metà e cuocere in una graticola a fuoco moderato (oppure in forno a 220° per circa 30 minuti).

Crescia di Pasqua

Per cinque uova: un etto e mezzo di pecorino grattugiato; un etto e mezzo di parmigiano grattugiato; un bicchiere di olio; un etto e mezzo di lievito di birra sciolto in mezzo bicchiere di latte tiepido; due etti di pecorino a pezzi; farina q. b.; sale e pepe q. b. (o pecorino al posto del pepe).
Rompere le uova e mescolare tutti gli ingredienti, aggiungere la farina fino ad ottenere un impasto morbido. Mettere l'insieme in una casseruola piuttosto alta, far lievitare a mite temperatura, infornare per circa 40 minuti a 200°C.

I Sciughi

Un etto e mezzo di farina per ogni litro di mosto; noci spezzate grosse.
Il mosto sarà portato a bollore giusto per schiumare e togliere le impurità.
Versare poi la farina di granturco a pioggia e far bollire in modo moderato per circa 45 minuti. Mettere il composto in una fiamminga e lasciare raffreddare fino a che l'impasto non sia diventato ben solido.

 

ARTIGIANATO TIPICO E ARTISTICOArtigianato

 

Corinaldo, assieme alle tradizione storiche, conserva anche tradizioni artigianali, che anche se soggette ad un lento fenomeno di estinzione, è possibile trovare prodotti artigianali tipici quali ceramiche e terrecotte dipinte a mano,
E’possibile trovare botteghe che lavorano il ferro battuto, e non da meno è l'arte orafa con la produzione di gioielli eseguiti da maestri orafi.
Sono diversi i laboratori artigiani di ebanisteria che eseguano sia la produzione di mobili in stile, sia il restauro di mobili antichi.
Altra produzione caratteristica riguarda le cartapeste, eseguite secondo una tecnica settecentesca.

 

Risultato
  • 3
(2588 valutazioni)


Portale turistico
del Comune di Corinaldo

Indirizzo: Via Del Corso, 9 - 60013 Corinaldo (AN)
telefono: 071.67782, Interno 236 (0 per accesso al menu)
fax: 071.7978042
Email iat1@corinaldo.it
          info@corinaldo.it
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa srl © 2012