Coronavirus- Misure economiche a favore di attività produttive, scuole, Tari, Cosap e immobili comu - Comune di Corinaldo

archivio notizie - Comune di Corinaldo

Coronavirus- Misure economiche a favore di attività produttive, scuole, Tari, Cosap e immobili comu

 
 Coronavirus- Misure economiche a favore di attività produttive, scuole, Tari, Cosap e immobili comu

Cosap (occupazione del suolo pubblico), trasporto e mensa scolastici, asilo nido, fruizione degli immobili comunali, Tari e attività produttive: queste le categorie maggiormente colpite dall’attuale situazione di chiusura/riduzione di molte attività e servizi e che il Comune di Corinaldo vuole maggiormente tutelare, per contenere, per quanto possibile gli effetti negativi che i cittadini e le attività economiche dovranno affrontare in seguito all’emergenza sanitaria dovuta al coronavirus.

La Giunta Comunale, riunitasi il 5 marzo 2020, dopo aver esaminato le evidenti ricadute, dirette e indirette, sulle famiglie e sulle attività economiche, ha deciso di adottare opportune misure, atte a fornire, per quanto possibile, un concreto aiuto in questa circostanza di imprevedibile gravità.

Cosap: esonero fino al 30 giugno 2020 per tutte le richieste di occupazione di suolo pubblico per le attività commerciali e artigianali a partire dal 1 marzo.

Trasporto scolastico: a seguito della chiusura delle attività scolastiche, verrà applicato uno sconto sulla quota giornaliera (numero dei giorni di funzionamento abituale del servizio) per il numero dei giorni di chiusura delle scuole.

Mensa scolastica: pagamento dei soli pasti effettivamente consumati.

Asilo nido: sconto sulla quota giornaliera moltiplicata per il numero dei giorni di chiusura dell’asilo.

Fruizione degli immobili comunali: sospensione del pagamento all’Ente degli affitti di immobili comunali, dal 1 marzo 2020 fino al 30 giugno 2020. Da luglio 2020 i pagamenti delle rate sospese potranno essere effettuati anche rateizzati, in massimo sette mensilità, senza applicazione di interessi. Per tutto l’anno 2020, non verranno, inoltre, applicati gli aggiornamenti ISTAT dei canoni d’affitto, relativamente alle locazioni di carattere commerciale. 

Tari: per l’anno 2020, il pagamento dell’imposta viene effettuato con le seguenti scadenze: 1° rata entro il 16 settembre 2020, 2° rata (saldo) entro il 16 dicembre 2020. Non saranno applicati interessi e/o sanzioni qualora il pagamento venga effettuato in ritardo rispetto ai termini suddetti.

Attività produttive: l’erogazione del contributo comprenderà, in un’unica soluzione, le annualità relative sia al 2020 che al 2021. Per le attività produttive che effettueranno periodi di chiusura a seguito delle disposizioni emanate in materia di contrasto al coronavirus, qualora tali attività intendano accedere a un credito sino alla somma di € 7.000,00, il Comune provvederà al rilascio di una garanzia dell’importo massimo pari all’80% della somma. Le richieste potranno essere effettuate nel periodo da marzo a settembre 2020, mediante compilazione di apposita modulistica, che verrà messa a disposizione degli interessati

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (160 valutazioni)